AREA RISERVATA

Testo Articolo

Federmeccanica, Assistal, Fim, Fiom e Uilm presentano MetApprendo

  • 30 Settembre 2021 |
  • dimensione font
  • Stampa

NASCE MetApprendo

PER PREDISPORRE STRUMENTI UTILI PER ACCRESCERE LE COMPETENZE DEI COLLABORATORI, METTERE IN TRASPARENZA LA LORO STORIA FORMATIVA E RENDERE LE AZIENDE PIÙ  COMPETITIVE

Roma, 30 settembre 2021 – Per le aziende formare i lavoratori non è solo un impegno contrattuale, è - anche e soprattutto - un vantaggio competitivo.

Per questo Federmeccanica, Assistal, Fim, Fiom e Uilm, grazie al CCNL 2021, hanno dato vita a MetApprendo, un progetto che si propone di realizzare una piattaforma accessibile, flessibile e conveniente per agevolare le imprese nell’organizzazione della “formazione continua” per tutti i lavoratori delle imprese metalmeccaniche e dell’installazione di impianti.

MetApprendo è stato presentato oggi presso il CNEL con la partecipazione di: Tiziano Treu (Presidente CNEL), Federico Visentin (Presidente Federmeccanica), Angelo Carlini (Presidente Assistal), Stefano Serra (Vice Presidente Federmeccanica con delega all’Education), Roberto Benaglia (Segretario Generale Fim Cisl), Francesca Re David (Segretario Generale Fiom Cgil), Rocco Palombella (Segretario Generale Uilm Uil), Stefano Franchi (Direttore Generale Federmeccanica), Sabrina De Santis (Direttore Education & Training Federmeccanica), Luca Colonna (Segretario Nazionale Uilm), Cristina Cofacci (Leonardo Spa), Laura Rocchitelli (Rold Srl), Francesco Matrone (Matcavi Srl), Silvia Ciucciovino (Università Roma Tre), Nino Guarnacci (Salesforce) e Mirco Rota (Fiom Nazionale).

Si tratta di uno strumento dinamico che fornirà servizi alle imprese partendo dalle esigenze attuali più sentite e verrà incrementato nel tempo. Per svilupparlo è stato previsto nel CCNL un contributo una tantum delle aziende metalmeccaniche, meccatroniche e dell’installazione di impianti (pari a 1,50 €/dipendente.).

E’ ormai convinzione assodata e diffusa che fare formazione sia importante, ma a volte mancano gli strumenti, MetApprendo è ideata per colmare questo gap.

Per sviluppare MetApprendo si seguirà un approccio “bottom-up”, ascoltando aziende grandi, medie e piccole di tutta Italia e insieme a loro verranno individuati i servizi prioritari da mettere a disposizione sulla piattaforma.

Una prima sezione, aperta a tutti, conterrà diversi format che aiuteranno le aziende a capire come fare l’analisi del proprio fabbisogno formativo, come diversificare, ampliare e pianificare la formazione, come e perché è importante registrare la formazione effettuata, verrà inoltre messo a disposizione un piano di rafforzamento delle competenze digitali.

Le aziende - e di conseguenza i dipendenti - che si accrediteranno avranno la possibilità di accedere all’area riservata che conterrà diversi strumenti utili ad organizzare la formazione:

  • potranno registrare mediante tecnologia Blockchain tutta la formazione fatta;
  • i lavoratori potranno avere a disposizione un proprio “Dossier digitale”, un documento intestato ad ogni singolo dipendente, che racconta la storia e il percorso formativo che lo accompagnerà in tutto il suo percorso professionale;
  • potranno fruire di pillole formative su competenze trasversali, tecniche di base, linguistiche o digitali. 

 


 Il Presidente di Federmeccanica Federico Visentin, è intervenuto facendo le conclusioni della giornata dei lavori. Questa una sua dichiarazione:  

«Federmeccanica – ha commentato Federico Visentin, Presidente Federmeccanica - ha fatto della formazione una priorità, come dimostrano gli ultimi due rinnovi contrattuali. Investire sulle competenze e sulla professionalità significa rendere le aziende più competitive. Fare (e organizzare) una formazione mirata tuttavia non è semplice, così come in alcuni casi risulta complesso registrarla. Da queste considerazioni comuni, fatte insieme alle organizzazioni sindacali nel percorso di rinnovo del CCNL, deriva la nuova previsione contrattuale di realizzare “Strumenti per la formazione”. L’Associazione MetApprendo, costituita proprio dalle parti sociali firmatarie del CCNL, darà forma alla sostanza, partendo delle esigenze concrete di aziende e collaboratori. Si tratta di un ulteriore, importante, passo in avanti per supportare le nostre aziende, in particolare le PMI ma non solo, nella realizzazione della formazione, puntando anche sulla qualità. Attraverso questa iniziativa, che sarà collegata a DigitalMec per l’alfabetizzazione digitale, contiamo di dare un supporto operativo e allo stesso tempo far acquisire consapevolezza a tutti i soggetti interessati. Un’azione concreta ed un’operazione culturale da intraprendere insieme, a partire da oggi

Torna in alto